aaa assestamento cercasi

mister incredible, dopo quasi un mese, non ha ancora metabolizzato la nascita del microbbit, pendola tra milano e londra come un automa, stropicciato e stralunato farnetica che così non si può andare avanti, che senza una ragazza alla pari, preferibilmente ugro finnica e under 20, la famiglia è destinata a implodere, che l’elasti-casa è troppo piccola per questo esercito di maschi e che bisognerebbe indebitarsi per i prossimi 30 anni per comprare il monolocale di fronte, dove, ça va sans dire, metterci la diciottenne ugro finnica che ha bisogno, poverina, dei suoi comfort.
elastigirl sogna che mister incredible la abbandona al suo destino, con i tre hobbit e il mutuo del monolocale per la au pair da pagare, sogna di dovere rifare la maturità e di non ricordarsi nemmeno la declinazione di rosa-rosae, per non parlare dell’aoristo greco, e sogna una doccia piena di scarafaggi. ogni tanto si trasforma in strega, ogni tanto cade nel pozzo nero della malinconia, ogni tanto si ferma a guardare il microbbit e le passa tutto.
lo hobbit piccolo vuole viaggiare da solo, parla al telefono con il suo amico immaginario marìotereso ("plonto… dèsso non posso malìoteleso. ti pozzo lichiamale? anzi no, ti pazzo la mamma… mamma! ti vuole malìoteleso vieni!") ma anche con mariateresa, il signore della frutta, il signore dell’acqua, il signore della spazzatura e i formichi. condivide il letto con un pupazzo mostruoso ribattezzato zizzobello, preso regolarmente a mazzate e probabile rappresentazione inanimata del microbbit.
il microbbit dorme e quando non dorme mangia o fa la cacca. quando non dorme, non mangia e non fa la cacca guarda quel che vede del mondo, con due occhi enormi, liquidi e ipnotici come gorghi. elastigirl lo scruta per non trovarsi impreparata all’esplodere della sua natura demoniaca, al momento latitante.
lo hobbit grande non dà segni di squilibrio, a parte cantare le canzoni degli abba.

63 pensieri su “aaa assestamento cercasi

  1. ^ Top
  2. ^ Top
  3. ^ Top

    Vabbene, come non detto, ritiro anzi aggiusto il mimì-commento al tuo post di ieri:
    tu e M.I. avete una buona fibra, continuo a pensare sia migliore di quella della mimì-familia.
    Ma.
    Ma per ora non state messi propprio alla perfezione.
    Ma.
    Ma considerato il contesto ha ragione rosa: tutto sotto controllo, cadute nel pozzo comprese.
    La Mimì-familia tifa per voi e a parte il fatto che ho appena vomitato nel bagno dell’uffiico, spera in tempi migliori.Anche per voi.

    Mimì

  4. ^ Top

    però, dai, anche se il pupazzo è la probabile rappresentazione del micro, pensa… lo chiama CICCIOBELLO !!!! mica gli dice che è brutto (anche se è mostruoso)!!!!
    A proposito: riesci ancora a leggere??? Coraggio, alla natura demoniaca ormai sarai abituata, no???
    ciao ciao,
    Arianna

  5. ^ Top

    Inspirare… espirare… gonfiare la pancia così si respira meglio e ci si calma… hop hop…
    L’aoristo passivo era uno dei miei peggiori incubi!!!
    Coraggio, Elasti, ce la potete fare!!!
    Un abbraccio

  6. ^ Top

    stavo dimenticando: io non so quanto sia grande casa vostra, comunque va bene il monolocale di fronte, ma non sarebbe meglio unirlo direttamente al vostro appartamento? altro che ragazza alla pari nel monolocale!!! amplierei direttamente il mio spazio abitativo!
    Arianna

  7. ^ Top

     Ottima l’ idea del monolocale, ci vai tu a nascondertici nei momenti con troppi maschi appaturniati.

    E insisto, fatevi una sezione maschi e una sezione femmine e lattanti in casa, non ora, ma una volta assestati.

    Cicciobello preso a mazzate mi sembra il miglior presupposto di un enorme amore fraterno a noi e’ andata cosi’.

    Vai Elasti, siete tutti noi, ma la aupair non sarebbe male. E un congedo paternita’ temporaneo, che in quei paesi li’ sono piu’  evoluti che da noi? Un sabbatico, cosi/ il mr. I puo’ scrivere " le famiglie numerose come sfida al capitalismo" ? Secondo me ci vince il nobel.

    Mammamsterdam

  8. ^ Top
  9. ^ Top

    Cari passerà! Intanrto pensate che ci avete tre bastoni pella vecchiaia che son cose.
    Acciocchè funzionino tutti al meglio, esorterei l’hobbit grande a dare un po’ più di matto – che il momento è difficile per lui mi sa. Hobbit cazzo ricattali, fatti comprà quella spada che volevi tanto, li trasferelli, er teschio che si illumina – vedi te è il tuo momento!

  10. ^ Top

    ce la si fa, ce la si fa, credimi. ci sono passata. senza ragazze alla pari o monolocali aggiuntivi. ce la si fa, magari perdendo un pezzetto di sè, l’aoristo e la serenità, ma ce la si fa. (l’ho già detto??)  E ricorda, come un tempo scrisse una grande saggia "sapere che un uomo al posto tuo non ce la avrebbe fatta, a volte aiuta"
    un abbraccio solidale,
    Barbara

  11. ^ Top
  12. ^ Top

    Mollare tutto e andare al cinema? A volte aiuta! Consiglio Soul Kitchen da vedere quando torna Mr Incredible.
    Un abbraccio forte
    Una lettrice affezionata

  13. ^ Top
  14. ^ Top

    Ripeti ad alta voce: " Tra un paio d’anni, saranno adulti e autonomi, tra un paio d’anni, saranno adulti e autonomi, tra un paio d’anni, saranno adulti e autonomi "

    Ripetere con maggiore vigore, nei momenti d’emergenza!

    ;D

  15. ^ Top
  16. ^ Top
  17. ^ Top

    Ho deciso.
    Chederò alla mia collega di madrelingua straniera di insegnarmi il suo idioma, poi vengo a fare il colloquio spacciandomi per straniera.

    ^_^

    Guarda che te non sei più ventenne da un pezzo, carina!

    Enza… e io che pensavo già di fregarli e di imparare un russo passabile!
    Te possino!

    :-P

  18. ^ Top
  19. ^ Top

    A proposito, per tutte le mamme che hanno problemi di SONNO:

    ieri ho trovato "FAI LA NANNA SENZA LACRIME" di Elizabeth Pantley.

    Ovviamente non sono ancora riuscita a leggerlo, e pertanto non posso garantire che sia spassoso (o utile, ammesso che qualcuno abbia applicato il metodo con successo) al pari di "Fate la nanna" di Estvill.
    Volevo solo condividere questa cosa, soprattutto con le neomamme e con chi, come me, ha sperimentato in modo fallimentare (per tanti e svariati motivi che ora non ho cuore di elencare) le tecniche suggerite dal famosissimo libriccino di Estvill.
    Scusa Elasti se ho approfittato del tuo spazio, ma può essere che sia utile (o quantomeno possa interessare) anche a te, che cercavi suggerimenti per letture… :-)
    Arianna

  20. ^ Top

    io ho comprato il libro di Estevill appena saputo di aspetare il 2° (mi sembrava presuntuoso pensare di essere così fortunanata da avere 2 bambini dormienti su 2 e ho temuto che la sorte mi avrebbe fatto pagare il sonno della 1^ con l’insonnia del 2°) ma mi è stato molto più utile il mio pediatra:
    -mettete a letto i bambini ancora svegli, pensate se vi svegliaste in un posto diverso da dove vi siete addormentati…vi spaventereste no?
    -fin dal primo giorno di vita lsciateli un po’ nel loro lettino svegli a "riflettere"
    -fateli addormentare da soli…se si svegliano durante la notte saranno in gradi di rifarlo senza disturbare voi
    -niente giochini sopra al letto, la "noia" aiuta a divertirsi da soli (osservando manine e piedini per esempio)
    certo questi accorgimenti sono di più facile attuazione dal primo giorno…le brutte abitudini poi se no sono difficili da correggere!!!
    Ginevra

  21. ^ Top

    Non è che magari a Mr Incredible gioverebbero un po’ di ferie a casa con voi? Forse si abituerebbe al piccolino e anche tu saresti più rilassata   

    Ilaria

  22. ^ Top

    eeeeee su forza Mr Incredible, che il peggio se lo sorbetta la mamma.
    E tu sii pragmatica: paventagli un trasferimento di TUTTI nella perfida albione. La pallida moglie albionese vi farà da schiavetta, così (uè) giustizia è fatta.
    ;-)

  23. ^ Top

    semplicemente ho le lacrime agli occhi dal ridere :)
    famiglia favolosa, ho una preferenza però per l’hobbit piccolo! :)))

    DebDesigner

  24. ^ Top

     ARTU’

    Vedi elastigirl, gli assestamenti dei giovani padri sono spesso lunghi e tormentati. Bisogna aver pazienza, ma non cedere al suo desiderio di prendere un monolocale di fronte per la lunga e sinuosa russa o ucraina che sia. Tu correresti iol rischio di andare a dormire per qualche ora durante il giorno in quella stanza, e lui avrebbe l’alibi per mettersi a dormire con la sinuosa. No, deve farsi passare lo stralunamento da aumento di responsabilità, e tornare efficiente come prima, anzi, un po’ di più visto che la prole è aumentata.
    In<tanto vedrai che i due tati più grandi ad un certo momento verranno ad aiutarti, e gareggeranno tra di loro per dimostrare di essere più bravo dell’altro, ed acquisire così il diritto di primogenitura.
    Vuoi venire un po’ al castello ? con armi e bagagli, nnaturalmente: se la neve che ha preso a cadere con entusiasmo continua, finiremo per essere isolati, e se ti trascini mr. incredible si rilasserà anche lui nel silenzio  ovattato del castello circondato dalla neve.

    Sappimi dire che devo fare scorta di cibo, visto che arriverà il micro.

    tanti abbracci

    artù


  25. ^ Top
  26. ^ Top

    bravo artù, tutti al castello!
    i nonni potranno godere un po’ dei nipotini ed elasti potrà, per qualche minuto, soffrire di solitudine e riposare la mente

  27. ^ Top

    vai al castello elasti…vai…
    sempr’ammesso che la convivenza sia pacifica…io piuttosto che passare un week end coi miei e i bimbi me ne sto a casa con tutti e 2 senza marito, senza baby sitter e con la casa da pulire!!!
    ma perchè certi genitori (ma forse solo i miei…sempre fortunella io!!!)pensano che i figli siano stati affidati a te e a tuo marito ma solo sotto il loro costante controllo..perchè in realtà tu, mamma, sei solo in prova e stà a noi nonni dirigere l’ambardan domestico-educativo!!!
    vabbè un po’ di psicanalisi e 30 km di distanza mi aiuteranno a sopravvivere.
    una mamma…A PIENO TITOLO!!!!

  28. ^ Top

    Alcuni micropargoli superano indenni l’infanzia senza esplosioni demoniache e nel più totale ritiro contemplativo!Mia madre ricorda ancora con compiaciuto orgoglio i tempi di solo dormire mangiare cambiare-stop. Insomma possibile che il piccolo tra canzoni degli Abba, mantra di padri stropicciati e telefonate continue al già largo giro di amicizie del medio, non ne voglia proprio sapere di dire la sua, ma che anzi stia già abbozzando mentalmente nella tranquillità della sua culla, i primi paragrafi di ‘Vita di un microbbit’!

  29. ^ Top

    bhe cantare le canzoni degli abba è decisamente un segno di squilibrio. ma che bello. a me viene voglia di fare il secondo finchè il mio piccolo demonio non mi fa dormire fino alle 4 di notte e ci rinuncio. sei un mito elasti!!

  30. ^ Top

    Sei avanti anni luce, un tuo post e torno a sorridere.
    I tuoi hobbit sono meravigliosi, non so che darei per poter vivere la metà delle emozioni che tu provi ogni giorno.
    Un bacio e un abbraccio a tutti voi!

    Sabri

  31. ^ Top

    Ciao Elasti,
    fossi in te assumerei un bel Valentino Diolobenidica di 20 anni ed andrei a vivere con lui nel monolocale quando mr Incredible fosse a Londra. Lontano dagli occhi lontano dal cuore. Vedrai, il mutuo ti peserebbe meno…
    Sei un cult per me!
    Ciao da wonder perlina

  32. ^ Top

    C’è di bello e di sicuro che mentre noi qui stiamo commentando con apprensione, il tuo stato d’animo è già cambiato. Perchè è così quando si ha appena partorito, ti ritrovi nei pozzi più neri e non fai in tempo a chiedere aiuto che ne sei già miracolosamente  fuori. Io intanto propongo a tutte le mamme che passano di qua di ripetere come me senza soluzione di continuità (scusa ma è un’espressione che mi piace troppo ;)) "passare ai pampers, passare ai pampers, passare ai pampers…."e poi non stirare nulla, e attrezzati di piatti di carta.  E sapere che qualsiasi cosa accada, QUALSIASI, una donna oggi rimane sempre in piedi. Andrà tutto bene elasti, sono i bimbi che ti danno le forze per andare avanti, subito dopo avertele involontariamente sottratte. Mirella

  33. ^ Top

    Dio! Artù, c’è posto al castello??? vengo anch’io!
    :-)
    Arianna
    PS: Coraggio, Elasti,imbraga i figlioli ( = prepara i famigerati "armi e bagagli" nonchém pargoli) e parti!!!!
    Lo so, ci vuole un pò di coraggio, ma ho alle spalle un fidanzamento "pendolare" di 10 anni e ora vivo con marito e 2 pargoli lonatana da qualsivoglia nonno/a (ti basti sapere che le vacanze le trascorriamo sistematicamente un pò da una nonna e un pò dagli altri)
    Prepara le valigieeeeeeeeeee !!!!

  34. ^ Top

    per fortuna ci sono i pupi… a volte i vari mr incredibile non capiscono tutto quello che sopportiamo… io li adoro, mi fanno arrabbiare, non ubbidiscono, io sbraito
    ma poi basta un   " Mamma!! sei tunnata!" e i loro 4 abbracci forti forti  che ti torna la grinta di vivere.
    forza elasti ce la farai 
    debs 

  35. ^ Top
  36. ^ Top

    voglio venire anche io al castello di Artù !!!!!!!! e lasciarmi coccolare dolcemente, mentre fuori la neve avvolge tutto di bianco silenzioso……….c’è posto ?

  37. ^ Top
  38. ^ Top

    Oddio allora non sono la sola a sognarmi di dover rifare la maturita’ 20 anni dopo senza sapere una cippa!!!
    Il peggior incubo non c’e’ che dire….

  39. ^ Top

    Beh, sulla ragazza alla pari non posso che essere d’accordo per esperienza:-). Solo che io non ero ugro finnica né under 20, e dopo il periodo pattuito ho deciso di rimanere all’estero, in un appartamentino pagato da me…Tutt’ora mi vedo con la family e con il nano, gelosissimo del mio compagno ehehhe. E se invece di un’ ugro finnica optassi per una chica spagnola?;-))) 

  40. ^ Top
  41. ^ Top

    Io andavo a fare la maturità in micro pantaloncini (assolutamente impensabili anche quando avevo 18 anni) e con un micro quadernetto su cui avevo appuntato tutto i mio non – sapere.
    Dichiaravo di avere 28 anni (togliendomene 4 per dignità) e di voler ricominciare… a quel punto venivo interrogata sul concetto di piacere per Cicerone??? e mi arrampicavo su quello che mi sembrava un suggerimento di una prof bionda stile Michelle Hunziker che in realtà mi aveva solo ingannata per mostrare a tutti la mia profonda ignoranza

    Per fortuna mi ha svegliato il nano urlante.

    e in tutto ciò il "picco picco" (definizione data dal fratello maggiore) è ancora comodamente spaparanzato/a nella mia pancia….

    Ti leggo e intuisco cosa mi aspetta

    bacio, cugina V.

  42. ^ Top
  43. ^ Top

    premettendo che stamattina mi sono svegliata un pò acida… ma due sberle a Mr I non glie le vogliamo dare? Magari si sveglia ed invece di proporre aiutanti-lolite e monolocali si rimboccherebbe le maniche… Sono i mariti a dover aiutare le mogli ..non le baby sitter!

    chiusa la parentesi polemica… misembra comunqueche sia quasi tutto sottocontrollo!  A parte la declinazione di rosa rosae!
    Coraggio che gli uomininon riuscirebbero a fare un terzo di quello che facciamo noi!!
    CICCIA

  44. ^ Top

    Devo confessare che anch’io resto un po’ perplessa dall’atteggiamento di Mr.I. E anch’io mi chiedo se sia poi così impossibile chiedere un congedo per motivi familiari.

  45. ^ Top
  46. ^ Top

    adesso ti riconosco elasti, coi tuoi pozzi neri e la strega…
    sarà stata l’adrenalina del post parto ma non ti/mi riconoscevo in tutto quel op op delle ultime settimane….
    per il resto tutto passa…o almeno così dicono…
    il problema è che a volte questo passaggio lascia dei segni, tipo quelli nuovi che ho appena scoperto stamattina sul parquet e che sono indiscutibilmente opera di mia figlia!!
    tanto per sdrammatizzare…
    la ragazza alla pari non è male come idea, però mi sembra un pò impegnativo dover comprare un monolaocale per averla no?
    annabi

  47. ^ Top
  48. ^ Top
  49. ^ Top
  50. ^ Top

    Anche tu sogni ancora la maturità?! Ma allora non sono l’unica, questo mi consola… Il mio incubo peggiore è proprio non ricordare più un accidenti né di latino né di greco. E dagli incubi notturi mi sveglio dicendomi: ci vorrà almeno un anno per riprendere in mano le versioni, ma l’esame è domani!

  51. ^ Top

    li hai preparati i bagagli??? Con un nonno così…. stupendamente dolce e disponibile io ne approfitterei!!!!! e subito!!! Corri Elasti, corri al castello che un po’ di riposo e un po’ di aiuto non fanno mai male!

    Tina

  52. ^ Top

    Stamattina ho fatto un test di gravidanza…c’era una flebile, mooolto flebile linea rosa….
    Ora siccome sono già a quota due (10 e 3 ani e mezzo) e questo potrebbe essere il terzo/a, leggo sempre + volentieri il tuo blog, mi ci immedesimo, anche se la mia nidiata al momento è tutta rosa (marito a parte !).
    Devo dire che ogni tanto, quando leggo post tipo quello di oggi, sono travolta dall’ansia, specie quando immagino il mio di marito che vaneggia di "soldichecenesonopochi, baby sitter (diolebenedicatutte!!!) quntomicostano, e poidovelomettimounaltrobimbo", insomma questa roba comune a molti mariti!!!
    Ma non resisto e mi sciolgo tutta di fronte agli occhi enormi, liquidi e ipnotici….
    Che meraviglia….Tieni duro!
    F.

  53. ^ Top

    MI unirei volentieri al coro dei "vengoanchioalcastellodiArtù" !!!!
    Se accetti l’invito di Artù, Claudia, mi fai vedere gli hobbit? Solo un minuto per abbracciarTi, ammirarLi e via!!!

    Baci baci

    Eporediese

  54. ^ Top

    certo che sti mariti sono tutti uguali, basta un niente per farli vacillare. il mio è in crisi e vorrebbe scappare in India e diventare un santone dopo che la nostra tata ci ha gentilmente bidonati e siamo entrati nel baratro dei genitori senza nonni che lavorano tutto il giorno a 1h di distanza da casa e non sanno come fare col pupo.
    come al solito dovrò farmi passare l’ansia e capire (da sola) come uscirne

    baci a tutte
    bibi

  55. ^ Top

    Io andrei da Artù ma senza Mr I. lo lascerei da solo a meditare sul suo comportamento , che non trova giustificazioni. Sei troppo buona !

  56. ^ Top
  57. ^ Top

    Elasti………………vivo  di  rendita…………………………………………………………………….
    Mi  sono  permessa  ,di     leggere  attentamente  tutti post   "imperdilibro", 
    ho  preso  un  po’  di  appunti  qua  e  là  …

    MR  I …..sai  qual’è  il  suo  problema?
    Deve  ancora  fare  pace  con  se  stesso.

  58. ^ Top

     ops, mi sono perso dei pezzi e anche tanti. sono stato diciamo impegnato altrove e come capita lo spazio tempo viaggia per conto suo. Uno si risente anche con un semplice sms pensando che le cose siano sempre uguali a quelle di ieri, non è così.
    leggendo qua e la nel tuo blog mi accorgo che non solo è nato il terzo nano ma la prossima settimana manca poco che mi parta militare.
    auguri a tutti e quattro, adesso ci vorrà un po’ per rimettermi in riga e scoprire cosa è successo in tutto questo tempo a westeria.
    un abbraccio
    andrea da torino alias… bhe sai chi è ;)

  59. ^ Top

     ARTU’

    Strettamente personale per  mpax

    Ricorda cosa veniva declamato nella casa paterna di Natalia Ginzburg. te lo rammento io.

    Salve ignoranza
    che al cui pensier
    mi cessa il mal di panza
    salute regna ove tu sei
    lasciam lo studio
    ai maccabnei.

    Nonostante questa ribellione ad ogni tipo di cultura  Natalia e con fratelli e sorelle, sono stati tutti personaggi di successo.
    Saluti

    artù


  60. ^ Top
  61. ^ Top

    Cara Elasti,
    coraggio. Tre sono tanti, faticosi e destabilizzanti, soprattutto, ovviamente, quando sono così piccoli. Il nostro terzo, ora, ha l’età del vostro secondo e ti assicuro che il peggio è passato. Certo sono quei 3 anni che ci mettono una vita a passare,ma passeranno.
    L’obbiettivo più importante è arrivare in fondo a questi 3 anni ancora tutti interi. I mariti tendono, ormai sempre più diffusamente, a perdere la bussola alla nascita dell’ennesimo pargolo, si sentono perseguitati dalla vita, sono perennemente stanchi, cosa che alle neo-ennesime-mamme ‘da giusto un pochino di fastidio’ date le condizioni di esaurimento fisico e mentale in ui versano.

    Alcuni cedono e si perdono. Ahimè, è una possibilità, ce ne sono sempre di più. Altri rimangono fisicamente presenti ma si allontanano spiritualmente, si perde l’essenza della coppia, situazone che può essere temporanea ed essere recuperata col tempo ma con molta disponibilità e tendenza al perdono da parte di lei, alcuni resistono, superano, di rassegnano fino ad arrivare ad apprezzare la meravigliosa gioia della famiglia che hanno.

    Segnali preoccupanti: sono SEPMRE irritati, non trovano MAI un momento di piacere a stare coi figli. Si ricordano con occhi sognanti dei tempi del liceo. Cominciano a parlare al singolare.

    Strategie per evitare il peggio:

    1. Dargli respiro. Hanno una costituzione diversa, hanno bisogno di più tempo per immergersi nella nuova situazione. Hanno una storia evolutiva diversa dalla nostra e bisogna tenere sempre presente che NON sono donne. Non trovo giusto volerli maschi quando ci fa piacere (sì, in quel senso) e poi comari (che vuol dire cum mater….) attente e disponibili quando siamo in post gravidanza.

    2. Ridurre la pressione. Una manovra vincente è quella di fargli carico di un numero di figli ridotto. Se al caos faticoso del terzo non è ancora avvezzo tu dagliene uno solo: hai la MOSTRUOSA FORTUNA di avere dei suoceri così accoglienti (come ti invidio, io ho la totale assenza di assistenza dalle precedenti generazioni, tutti vivi ma concentrati a farsi i fatti loro), allora mandagli giù per un po’ Mister Incredible con uno dei figli, azzardo che forse è meglio il medio dato che il grande ha scuola. Il padre ritroverà la rassicurante cura di sua mamma e il bimbo sarà al centro delle attenzioni che metterà in saccoccia per riprendere più sereno il confronto con il nuovo fratellino.

    2. bis: se il M.I. non può prendersi una pausa per andare a casa dei suoi con il pargolo medio, pensa alla possibilità di mandare giù solo il pargolo medio. Mettiglielo come un premio, lui ha vinto una vacanza dai nonni, era un suo desiderio no? Se non ha ancora l’età per essere affidato alle hostess lo accompagni e poi lo lasci lì. Ti potrà sembrare crudele ma non lo è. Lui, passato il primo momento, si divertirà coi nonni che saranno tutti pre lui e voi tirate il fiato.

    Tu intanto te ne resti nel nido, con la possibilità di dedicarti al piccino con i tuoi e suoi tempi ed esigenze (come ti ho capito nel post qua sopra sull’allattamento) ed il grande avrebbe la Valentina tutta per sè.

    Direi di escludere l’opzione monolocale, serve solo a separare, invece voi volete unire, …… no? A meno che M.I. non lo veda come un suo possibile ‘studio-rifugio’ da usare per tirare il fiato quando si immerge in famiglia. In questo caso potrebbe essere utile ma potresti proporgli di dividerlo con lui, usandolo a turno come studio-rifugio, e/o anche come casetta romantica per voi 2 soli, vietata ai figli.

    Da contrastare con ogni mezzo possibile, consentite anche le lacrime, l’avanzare delle truppe serbo-russe, mai alleanza fu più funesta per l’Europa.

    Per finire mi unisco al matra suggerito da una saggia qua di sopra:
    Passare ai pampers, passare ai pampers, passare ai pampers…..

    bacioni di incoraggiamento
    Anna tri-mamma

  62. ^ Top
  63. ^ Top

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>